Fiano il bianco per eccellenza – Cantina del Barone e Ciro Picariello

Fiano Particella 928 ’11 – Cantina del Barone

prezzo in enoteca € 15,00

Lascio per un pò l’Irpinia più dura, più rurale per avvicinarmi ad Avellino dove mi aspettano due amici produttori, Luigi Sarno e Ciro Picariello. Luigi è un ragazzo che ha studiato enologia e poi ha scelto di percorrere la strada naturale nella produzione del vino. Il suo vino è il Fiano d’Avellino. Le vigne, relativamente giovani se confrontate con quelle di Taurasi, sono immerse in un territorio ricco di noccioli famosi come quelli di Giffoni. Continua a leggere

Taurasi Poliphemo ’08 Luigi Tecce

Taurasi Poliphemo ’08 L. Tecce Prezzo Pane e Vino € 45,00

Aglianico Satyricon ’09 L. Tecce Prezzo Pane e Vino € 25,00

La mia visita in Irpinia prosegue, e dopo un luculliano pranzo mi avvio verso Paternopoli. Lì ad attendermi c’è il produttore del momento, l’out-sider che pur facendo vini naturali è riuscito a mettere tutta la critica d’accordo con il suo Taurasi Poliphemo ’08. Luigi Tecce. Sono stato proprio fortunato oggi, è Domenica e Luigi ha organizzato una grigliata con un po’ di amici che lo hanno aiutato in campagna. Continua a leggere

Contrade di Taurasi il carattere forte dell’Irpinia

Grecomusc ’11 – C. di Taurasi  Prezzo a Pane e Vino € 24,00

Aglianico ’09 – C. di Taurasi    Prezzo a Pane e Vino € 17,00

Taurasi ’07-’05 – C. di Taurasi   Prezzo a Pane e Vino € 35,00

E’ la seconda volta che arrivo a Taurasi ed è la seconda volta che sbaglio strada. Le indicazioni stradali d’altra parte non ci sono e per quella che è la patria del più grande vino rosso del sud Italia non è certo un bell’aiuto. Passando così da Lapìo (si pronuncia con l’accento nella i) mi imbatto in quei vecchissimi vigneti che hanno contribuito alla fama di questo vino. Piante ultracentenarie su piede franco allevate con il classico quadrato avellinese (tecnica usata per lasciare sotto le piante lo spazio per altre colture di sostentamento come ortaggi e cereali) Continua a leggere

La Sicilia che mi piace

Maquè ’10 – Porta del Vento
Prezzo a Pane e Vino € 18,00

Famoso per i suoi bianchi da uve Catarratto negli ultimi anni Marco Sferlazzo ha intrappreso la strada del recupero di un’altro vitigno raro e autoctono, il Perricone.
L’azienda si trova nella parte occidentale della Sicilia. I vigneti, coltivati ad alberello in regime di assoluto rispetto per la naturalità del suolo e delle piante, sono piantati in terreni sabbiosi tra i 400 e i 600 metri. Continua a leggere

Un sangiovese poco sangiovese

Torrione ’09 IGT – Petrolo

Prezzo a Pane e Vino € 22,00

L’azienda Petrolo di Mercatale Valdarno è un’azienda ormai storica nel panorama
dei vini aretini condotta con passione da Luca Sanjust. Lo stile dell’azienda, che si
avvale della consulenza agronomica e enologica dell’onnipresente Carlo Ferrini,
privilegia un gusto internazionale. Il Galatrona, merlot in purezza, è considerato tra i
migliori della sua categoria (prezzo a parte). L’altro vino è il Torrione. Leggendo
l’etichetta non è indicato il vitigno, ma poi nelle scheda del sito aziendale scopro con
sorpresa che si tratta di sangiovese (100%). Continua a leggere

Il vino eroico dell’isola del Giglio

Rosso Saverio 2009 – Altura

Prezzo a Pane e Vino € 44,00 – Bottiglie prodotte: 1500

Nel settembre del 2009 ho avuto la fortuna di partecipare alla vendemmia di Francesco Carfagna dell’ azienda Altura all’Isola del Giglio. Francesco, professore di matematica prestato alla terra, mi aveva più volte invitato ad andare a trovarlo. Le sue vigne sono tra le più belle che abbia mai visitato, poste nella parte meridionale e più sperduta dell’isola sono a picco sul mare. Le viti ad alberello basso sono piantate dove il terreno permetteva di scavare una buca tra le rocce di granito. Il lavoro di Francesco e della sua famiglia ha un chè di eroico e anacronistico, scegliere di vivere l’isola anzichè sfruttarla turisticamente è stata la loro scommessa.

Famoso il suo bianco da uve Ansonaco l’altra sera con amici mi sono bevuto il Rosso Saverio 2009. Continua a leggere

Non basta essere naturale per essere buono

Bourgogne Pinot Nero Le Bon ’09 – Dom. Ballorin & F

Prezzo al ristorante € 30,00 – Bottiglie prodotte: 4000

A volte vengo considerato dai colleghi quello che: Il vino quando è Naturale è sempre buono. Ovviamente non è così. Ci sono vini cattivi, indifendibili anche se naturali. Stà però anche alla competenza del Ristoratore/Sommelier scegliere i vini naturali buoni e scartare gli altri.

Mi è capitato recentemente in un noto ristorante di bere un Pinot Nero 2009 della Borgogna (Morey-Saint-Denis) assolutamente incomprensibile. Continua a leggere

Anatraso ’08 – Tanganelli

I famosi Orange-Wine o Vini Macerati con le bucce, sono vini difficili da apprezzare ai più e per questo, per non creare confusione, andrebbero proposti sotto una categoria a parte. Non sono vini bianchi e non sono rossi, ma sono bianchi macerati. Cioè vini bianchi fatti macerare con le bucce, è un pò come fare il vino rosso con uva bianca. Solitamente chi si avventura nella produzione di vini macerati ha scelto a monte una viticoltura naturale e una vinificazione che non prevede l’utilizzo di chimica e tecnologia.

Se un cliente al ristorante, sceglie un bianco, si aspetta certe caratteristiche di colore, profumo e gusto che difficilmente si ritrovano nei vini macerati. Per questo nella mia carta li trovate in una categoria a parte.

L’ ANATRASO 2008 di Marco Tanganelli è uno di questi. Continua a leggere

Quando non c’è empatia con il vino

Laudario ’09 Syrah Cortona Doc – I Vicini
Prezzo in enoteca € 17,00

Devo confessare che di fronte a certi produttori parto spesso prevenuto.

Normalmente le aziende che nascono da un progetto imprenditoriale senza un coinvolgimento diretto e una competenza specifica della proprietà, ma che si affidano esclusivamente a consulenti esterni, spesso famosi, mi destano sempre sospetti.

Ci sono ormai troppe aziende frutto del compiacimento personale di imprenditori che forse in buona fede pensano di poter trasferire in viticoltura le stesse strategie imprenditoriali che hanno funzionato in altri campi.

Continua a leggere

C’è Trebbiano e Trebbiano

CollecaprettaVilla Vecchia ’11 – Collecapretta
Prezzo in enoteca € 18,00

C’è la Garganega veneta e la Lugana del Garda, il trebbiano Toscano e quello Abruzzese, tutti trebbiani ma tra questi, quello spoletino è poco famoso ma se accudito bene può dare piccolli capolavori.

Ho conosciuto la famiglia di Vittorio Mattioli grazie agli amici perugini. E’ stata dal lato umano una folgorazione, quando parlo di loro al mio ristorante racconto sempre di una fattoria. L’etichetta del resto parla chiaro, agricoltore e poi vignaiolo. Nella sua fattoria si respira l’aria di campagna, con tanto di polli, maiali, orto, grano e olivi.

Continua a leggere